logo_istituto_small


L’Istituto





Nel 1885, quando l’Istituto delle Suore Cappuccine viene fondato a Loano, Madre Francesca Rubatto indirizza l’attività delle sue Suore all’assistenza degli ammalati poveri e all’educazione dei giovani.
Sono quindi inscritte nel nostro carisma fondazionale la cura della persona e la formazione, due radici che oggi nel campo sanitario risultano essere imprescindibili e particolarmente interdipendenti.
Tale carisma, che determina la peculiarità e la caratteristica della nostra opera non poteva essere ignorato all’interno del progetto qualità che ci siamo dati.
Nella inevitabile riflessione a cui le esigenze attuali della società ci ha condotto, per concretizzare questo indispensabile requisito, abbiamo individuato alcuni obiettivi per noi prioritari per i quali abbiamo definito progetti e investito risorse.
Rinnovando la scelta originale della centralità della persona più bisognosa, cara al carisma francescano, e della relazione interpersonale significativa, in grado di rivalorizzare la dignità e l’originalità di ogni individuo, si è trattato per noi di rivolgere particolare attenzione alle fasce deboli della popolazione, coloro che per patologie invalidanti, temporanee o croniche, si trovano ad avere necessità di particolare supporto non solo clinico, ma anche psicologico e umano.
In questo caso si deve quindi parlare di relazione di aiuto, una qualità che si afferma con ancora maggior intensità quando è tesa a considerare l’ altro non un’entità definita da una patologia, ma una creatura di Dio affascinante e unica.
Tale visione ha dato nuovo senso alle diverse dimensioni degli apporti di aiuto e all’inter-professionalità del servizio.
A tale scopo sono state ripensate le Unità Operative, le strategie di diagnosi e cura e l’assetto di accreditamento con il Servizio Sanitario Nazionale e Regionale.

Affinchè tale assistenza fosse realmente efficace non si poteva non riformulare un nuovo percorso formativo, per le religiose e per il personale, che
riattualizzasse e rendesse più conformi le conoscenze alle nuove esigenze di assistenza, fornisse alle persone impegnate strumenti tecnici attuali per la cura e, nello stesso tempo, critici, adatti quindi ad una continua creatività e progettualità nell’accompagnamento della persona loro affidata.


L’ Istituto ha sviluppato il suo carisma attraverso la gestione diretta di attività che ne esaltano le proprie finalità in Italia e all’estero.

000000094-01


Il tuo aiuto lo puoi versare a:

Amici Missioni Cappuccine “Aiutiamo Promuovendo” – A.M.C.A.P. – ONLUS

Sede operativa: 20151 Milano C/O Frati Cappuccini P.le Cimitero Maggiore, 5
tel. (+39) 02.334930398 – Fax (+39) 02.334930444
Reperibilità: lun – ven orari ufficio
E-mail: missionirubatto@scmrubatto.org
Sito web: www.scmrubatto.org
00197 Roma – Via Aldrovandi, 19
Tel. (+39) 06.3269571 – Fax (+39) 06.326957209
E-mail: piam@scmrubatto.organgelicaw@scmrubatto.org

C/C postale n° 47669429 – Poste Italiane IBAN: IT95 A 076 0111 1000 0004 7669 429
C/C bancario n° 23956 – Banca Popolare di Bergamo IBAN: IT65 D054 2811 1010 0000 0023 956

Le offerte sono detraibili dall’imposta dovuta dalle persone fisiche ex art. 15 D.P.R- 917/86 e deducibili dal reddito delle persone giuridiche ex art. 14 D.P.R. 35/2005 (convertito dalla L. 80/2005).

Le opere dell’Istituto Suore Cappuccine di “Madre Rubatto”

Casa di Cura “San Francesco”
Via IV Novembre, 7 – BERGAMO

Casa di Riposo “San Francesco” Bergamo
Via G.Negri, 17 – BERGAMO

Casa di Riposo per Anziane “Madre Rubatto”
Via Dei Gazzi, 4 – LOANO

Casa di Riposo per Anziane “Maria Immacolata”
Via Paisiello, 9 – VARESE